L’arcivescovo di Berlino: Greta è come Gesù

L’Arcivescovo di Berlino Heiner Koch, durante un discorso, ha tracciato un parallelo tra il Messia e l’attivista Greta Thunberg.

L’Arcivescovo Koch, ha accostato Greta a Gesù in quanto entrambi “dannati e adorati”. Secondo l’alto prelato, il carisma di Greta Thunberg, è come quello di Cristo, capace di polarizzare le folle.

Sua Eccellenza Koch, ha parlato di Greta durante un discorso particolarmente emozionate, parlando delle migliaia di studenti scesi nelle strade di tutto il mondo: “sono seri e devono essere presi sul serio, seguono questa giovane svedese e molti di loro la venerano come un’eroina”.

L’arcivescovo ha aggiunto che le immagini dell’entusiasmo scatenato all’attivista, gli hanno ricordato la “scena biblica dell’ingresso di Gesù in Gerusalemme”. Quella scena in particolare, descritta in tutti i quattro vangeli canonici, precedette di pochi giorni l’inizio della Passione del Signore. L’evento dell’ingresso del Messia a Gerusalemme è un fondamento del cristianesimo, ricordato dalla liturgia cristiana nella domenica delle Palme.

Nel descrivere il carisma della giovane attivista, quale protettrice climatica del pianeta, ha definito Greta di Svezia un Messia femminile, moderna erede di Gesù di Nazareth.

L’arcivescovo Koch ha detto di non considerare la causa di Greta di Svezia un breve fuoco di paglia basato su lamentele, ma una seria proposta riguardo alle soluzioni per contrastare il cambiamento climatico, anche: “se non si riscontra l’approvazione di tutti”.

Sua Eccellenza ha concluso dicendo che la società e le chiese, da tempo necessitavano di una moderna profetessa.

Luciano Bonazzi

Fonti: idea.detag24.de

Opinioni, Senza categoria

Informazioni su lantiepistocrate

Sono Bolognese, classe 1961, ex-tecnico commerciale, scrittore, viaggiatore, missionario laico. Mi occupo di geopolitica, cronaca, curiosità e tanto altro. Ho fatto il tirocinio giornalistico a Buone Notizie Bologna magazine, gestisco dal 2015 il blog Orizzonti Geopolitici - Bologna Metropolitan Gazette e dal 3 giugno 2018 il Blog Consapevolezza Polemica. Difendo a spada tratta la libertà d'opinione garantita dall'art. 21 della Costituzione della Repubblica italiana.

Precedente #NoNato INTERVISTA A MICHEL CHOSSUDOVSKY: "CON LA NATO DAL WELFARE AL WARFARE" Successivo Regno Unito: I musulmani radicali sono i benvenuti, i cristiani perseguitati non devono presentare le richieste di asilo