#Venezuela L’opposizione inscena un pericoloso golpe beffa

Caracas: diversi militari sono stati indotti con l’inganno a mobilitarsi a Caracas.

Il Presidente Assemblea Nazionale Costituente del Venezuela, Diosdado Cabello ha rivelato la beffa alla quale sono stati sottoposti diversi uomini delle Forze armate nazionali bolivariane ( FANB ). Con uno stratagemma, settori dell’opposizione venezuelana, hanno tentato d’inscenare un finto colpo di stato.

Con un espediente, ha dichiarato Cabello, “Un gruppo di sergenti della Guardia Nazionale, ufficiali e persino funzionari del Servizio bolivariano dell’intelligence nazionale, sono stati radunati in una zona della capitale”. Successivamente veniva diffusa la voce di un golpe in atto, rischiando così di scatenare uno scontro interno all’esercito.

Il funzionario venezuelano, ha poi sottolineato la necessità per tutti “di assumersi le proprie responsabilità, la responsabilità che c’è un unico presidente chiamato Nicolás Maduro Moros, eletto dal popolo venezuelano, un unico comandante in capo.

Un ufficiale delle forze speciali, ha spiegato che l’inganno al quale sono stati sottoposti le Forze armate nazionali, mirava a scatenare uno scontro militare interno alle stesse, per destabilizzare la compattezza dell’esercito bolivariano.

Pur non avendo reso noto nel dettaglio lo stratagemma utilizzato per dispiegare una parte delle forze armate a Caracas, il Presidente Cabello ha alluso a complicità di funzionari, forse deviati, dell’Intelligence Bolivariana. Quello che si sa con certezza, è che nella mattinata di oggi 30 aprile, era stata segnalata una rivolta dell’opposizione venezuelana, che con l’inganno aveva diffuso la notizia di soldati delle Forze armate nazionali bolivariane in procinto di mettere in atto un colpo di stato nel paese.

Il presidente Maduro conferma la lealtà totale delle forze armate “Chiamo alla massima mobilitazione popolare per assicurare la vittoria della pace”

Il presidente venezuelano Nicolás Maduro, quest’oggi, vigilia del 1° Maggio Festa dei Lavoratori, nel confermare la lealtà totale delle forze armate bolivariane, ha invitato il Venezuela alla mobilitazione proletaria per preservare la pace nella nazione

Il leader venezuelano, attraverso il social network Twitter, ha inviato al popolo il seguente messaggio: “Nervi d’acciaio! Ho parlato con i comandanti di tutti i REDI [Fuerza Armada Nacional Bolivariana] e ZODI del Paese, che hanno manifestato la loro totale lealtà nei confronti del Popolo, della Costituzione e della Patria. Chiamo alla massima mobilitazione popolare per assicurare la vittoria e la Pce. Vinceremo!”

Rientrato l’allarme beffa, fonti governative confermano che la minaccia è stata contenuta.

Luciano Bonazzi

Fonti: telesurtv.net e i link esterni contenuti nell’articolo

Geopolitica, Opinioni

Informazioni su lantiepistocrate

Sono Bolognese, classe 1961, ex-tecnico commerciale, scrittore, viaggiatore, missionario laico. Mi occupo di geopolitica, cronaca, curiosità e tanto altro. Ho fatto il tirocinio giornalistico a Buone Notizie Bologna magazine, gestisco dal 2015 il blog Orizzonti Geopolitici - Bologna Metropolitan Gazette e dal 3 giugno 2018 il Blog Consapevolezza Polemica. Difendo a spada tratta la libertà d'opinione garantita dall'art. 21 della Costituzione della Repubblica italiana.

Precedente La collusione dell'Unione europea con l'Iran di Judith Bergman Successivo #Venezuela Il falso golpe bloccato dal popolo... e dai satelliti russi